Percorso alla scoperta delle origini del Cammino San Carlo

Percorso alla scoperta delle origini del Cammino San Carlo

10 Giugno 2022 Off Di Redazione
Condividi la notizia...

Arona è punto di partenza della prima tappa del Cammino, ma è soprattutto il luogo di nascita del Santo rappresentando quindi in modo ideale l’origine del Cammino.

Il tratto proposto, della lunghezza di circa 2,4 km, è breve ma carico di significato ed offre uno scorcio alla scoperta di luoghi a lui cari che recano importanti segni della sua presenza.

Partendo dalla chiesa dei SS. Martiri al centro del borgo, da lui ben conosciuta e dove il Santo celebrò l’ultima messa prima di fare ritorno a Milano ove morì il giorno seguente, il percorso sale sino alla Rocca Borromea dove si trovano i resti della fortezza dove il Santo nacque nella “Camera dei 3 laghi” il 2 ottobre 1538.

In posizione dominante sulla città, è’ ora un parco pubblico da cui si gode di un’eccezionale vista sul basso Lago Maggiore. Dopo una sosta, si procederà alla discesa per ritornare al punto di partenza. Durata: 1 ora e 30 minuti, soste incluse. Lunghezza: 2,5 km.

Orari di partenza: 10.00 – 10.30 – 11.00 – 11.30 – 12.00 – 15.00 – 16.00. Potrà essere raggiunto autonomamente il Colle di San Carlo, anch’esso parte del Cammino per visitare: il colosso di San Carlo, una statua di dimensioni eccezionali per l’epoca (circa 23 metri visitabile all’interno, oltre ad 11 di piedistallo) fatta erigere in suo onore dal cugino Federico (il celebre cardinale dei Promessi Sposi) ed il cui schema costruttivo è stato preso ad esempio anche per la costruzione della Statua della Libertà.

Per il terrazzo: ridotto speciale a € 3,50 e per l’interno della statua: ridotto speciale a € 5,00 la chiesa di San Carlo a lui dedicata e che ospita la ricostruzione della camera in cui nacque il Santo, andata distrutta con buona parte della fortezza per volere di Napoleone (visitabile dalle 14.30 alle 17.30).

RITROVO DEI PARTECIPANTI dalle ore 9.30 in piazza San Graziano, davanti alla chiesa di S. Graziano e dei Santi Martiri.

E’ necessario presentarsi al punto di accoglienza almeno 10 minuti prima dell’orario di visita prenotato. La partecipazione agli itinerari guidati è gratuita. La prenotazione è obbligatoria a partire da martedì 24 maggio su www.touringclub.it/pdt22 fino ad esaurimento posti disponibili.

I percorsi e i tratti di cammino scelti sono tendenzialmente praticabili da tutti. Anche i più semplici possono però presentare qualche salita e discesa breve e ripida da non sottovalutare.

E’ necessario prevedere un’adeguata attrezzatura: calzature da trekking, zaino, cappello, occhiali da sole, crema solare, giacca impermeabile e borraccia per l’acqua.

Come arrivare.

Da Varese e Milano:Autostrada A8 Milano Laghi in direzione Lago Maggiore, innesto sulla A26 Genova – Gravellona Toce in direzione Gravellona Toce, uscita Arona.

Da Torino:Autostrada A4 Torino – Milano in direzione Milano, innesto sulla A26 Genova – Gravellona Toce in direzione Gravellona Toce, uscita Arona.

Da Novara: SS 32, a Castelletto Ticino in direzione Arona. Possibilità di parcheggio gratuito in piazzale Aldo Moro.

Condividi la notizia...