AMBULANZA DEL VERGANTE:  APPROVATA LA “MOZIONE DE GRANDIS”

AMBULANZA DEL VERGANTE: APPROVATA LA “MOZIONE DE GRANDIS”

4 Febbraio 2021 Off Di Redazione
Condividi la notizia...

NOVARA – Durante l’ultima sessione del Consiglio provinciale svoltasi la mattina di lunedì 1 febbraio, è stato approvato all’unanimità il documento presentato dal gruppo di Fratelli d’Italia, con primo firmatario il Consigliere Ivan De Grandis (in foto), per dare all’area del Vergante una postazione continuativa H24 per il servizio di ambulanza che da anni viene portato avanti dall’“Associazione Anpas Gruppo Volontari Ambulanza del Vergante”.

Con questa mozione – spiega il Consigliere – si impegna il presidente Federico Binatti a nome di tutto il Consiglio Provinciale, a mobilitarsi presso la Regione Piemonte affinché l’associazione non venga lasciata sola e anzi, venga salvaguardato il prezioso servizio sui Comuni del Vergante in modo tale che questo Ente di volontariato, sia in grado di proseguire l’attività svolta fino ad oggi, riconoscendo così tutti gli sforzi fatti e gli investimenti in risorse umane inserite oltre ai volontari, finanziando i dipendenti necessari con risorse proprie.

Questo, alla luce della necessità di trasformare l’attuale convenzione estemporanea con i Comuni della zona, in una convenzione continuativa o di predisporre un avviso di selezione per individuare una sede della postazione continuativa nel Vergante, cosicché il territorio possa avere il servizio di emergenza localizzato nella zona come sempre è stato.

Questo è un esempio della concretezza che intendiamo noi di Fratelli d’Italia, nel nostro impegno istituzionale a favore dei cittadini. L’accordo per lo svolgimento del servizio di Emergenza 118 dovrà essere stabilizzato, in modo che l’associazione possa fare anche i propri investimenti per garantire con le dovute risorse il servizio stesso. Dopo tanti anni di impegno ed a maggior ragione con quello che ci ha insegnato l’emergenza Covid – rimarca De Grandis – l’associazione non deve essere lasciata sola”.

La Redazione

Condividi la notizia...