Stadio Piola di Novara

Stadio Piola di Novara

14 Febbraio 2022 Off Di Redazione
Condividi la notizia...

Uno stadio che racconta la storia della Novara calcistica di ieri e oggi…

Nel pomeriggio dell’11 gennaio 1976, dopo 44 anni, il vecchio stadio di viale Alcarotti, a Novara chiuse i battenti, dopo essere stato la sede di dodici campionati di Serie A disputati dal Novara Calcio.

Nel 1964 era stato avviato il progetto preliminare di un nuovo impianto per la città piemontese, affidato all’architetto romano Antonio Nervi.

Nel 1971 cominciarono i lavori per la costruzione del nuovo stadio comunale nella zona Agogna, su un’area di 103 metri x 68 e con una capienza di circa 8.810 posti con una buona visibilità da ogni postazione.

Il progetto prevedeva sotto la tribuna, i locali riservati alle palestre mentre nella parte inferiore al settore distinti sono presenti quattro spogliatoi principali, la sala stampa, il pronto soccorso, la lavanderia ed altri locali destinati ai vari servizi.

Il 18 gennaio 1976, davanti a cinquemila persone, si tenne la prima inaugurazione del nuovo impianto, fu il sindaco Ezio Leonardi a tagliare il nastro accompagnato dall’assessore allo Sport Baraggia, dal Presidente del Novara Calcio Santino Tarantola, da Egidio Nuvolone, da Peppino Molina e dal commendator Rocco Galbani, con la benedizione dal vescovo di Novara Monsignor Aldo Del Monte.

Il giovedì successivo si giocò una partita amichevole del Novara con la Juventus, Campione d’Italia, grazie al Presidente Giampiero Boniperti, novarese di Barengo.

La banda musicale cittadina accompagnò le ragazze della corale Carlo Coccia, che intonarono l’inno azzurro Forsa Nuara, e quattro F-104 della squadriglia aerea di Cameri omaggiarono il nuovo stadio con volo radente mentre centinaia di colombi vennero liberati nel cielo come simbolo di buon auspicio.

Alle 14,30 dello stesso giorno da un elicottero militare fu lanciato sul campo il primo pallone che finì nella lunetta di centrocampo.

L’attrice Mita Medici, madrina della manifestazione, diede il calcio d’inizio dell’incontro, che fu vinto dal Novara per 2-1.

L’inaugurazione ufficiale dello stadio però si tenne domenica 25 gennaio 1976 con la partecipazione di un altra squadra leggendaria, il Genoa, che era secondo nella classifica di Serie B con lo stesso Novara, il Varese e il Modena, l’incontro terminò con un 1-1.

Lo stadio fu chiamato Viale Kennedy fino alla sera del 23 ottobre 1997 quando venne intitolato al grande campione del mondo Silvio Piola.

La prima partita disputata al Silvio Piola fu il 2 novembre 1997 ed era Novara-Pro Sesto, terminata 0-0.

Nell’estate 2010, a seguito della promozione del Novara in Serie B, vennero eseguiti alcuni interventi all’impianto tra cui la sostituzione della copertura della tribuna centrale, il posizionamento dei tornelli soprattutto il rifacimento del terreno di gioco in erba sintetica, secondo la normativa FIFA 2 star, che consente di ospitare anche gare di UEFA Champions League.

Il 12 giugno 2011, in occasione della finale di ritorno dei Play-Off di serie B, lo stadio ebbe una deroga per aumentare la capienza, arrivando a 1.688 posti nel settore ospiti e aggiungendo 488 posti nella parte alta della tribuna centrale ed altri 200 sparsi.

Negli ultimi anni è stato potenziato l’impianto d’illuminazione arrivando a 1.200 lux, interrate le panchine per una migliore visuale dai posti immediatamente dietro, inoltre è stato aumentato il numero delle postazioni giornalistiche.

Paola Montonati

Condividi la notizia...