Al via la terza dose del vaccino anti Covid-19 degli operatori del Servizio Sanitario Regionale in Farmacia

Al via la terza dose del vaccino anti Covid-19 degli operatori del Servizio Sanitario Regionale in Farmacia

19 Novembre 2021 Off Di Redazione
Condividi la notizia...

Dal 17 novembre 2021 è attiva la possibilità per le Farmacie di somministrare la dose “booster” nei confronti degli operatori sanitari, anche di età inferiore a 60 anni, per tutti coloro che operano presso le strutture sanitarie e socio-sanitarie pubbliche e private in Regione Piemonte.

Le persone appartenenti a tale categoria che hanno già completato il percorso vaccinale da almeno 6 mesi potranno rivolgersi alla Farmacia attestando il possesso dei requisiti.

Sono ricompresi le seguenti figure professionali: Medici di medicina generale, guardia medica, specialisti convenzionati (Sumaisti), medici, infermieri, veterinari, biologi, odontoiatri, chimici, fisici, personale tecnico sanitario, farmacisti, personale tecnico, psicologi, studenti universitari, persone con funzioni riabilitative (fisioterapisti, educatori professionali, logopedisti, ecc…) personale amministrativo e dirigenziale.

Personale di vigilanza e ispezione, personale alberghiero, personale di trasporto e manutenzione, informatori farmaceutici, personale volontario, che operano presso Asl, Aziende Ospedaliere, Aziende Ospedaliero Universitarie, IRCSS, Strutture sanitarie e socio sanitarie, enti di ricerca in ambito medico o sanitario pubbliche e private (accreditate, convenzionate, autorizzate) compresi ambulatori.

Laboratori analisi, farmacie territoriali, associazioni e strutture socio assistenziali, compresi studenti tirocinanti (medici, infermieri e operatori socio sanitari) che devono operare presso gli ospedali, Rsa e altre strutture socio sanitarie e socio assistenziali (ad es. strutture residenziali, semi-residenziali, gruppi appartamenti, centri diurni).

<Ringraziamo le Farmacie afferma Angelo Penna, Direttore Generale Asl Novara per l’impegno e la collaborazione che continuano a mettere in campo dall’inizio della pandemia al fianco di tutto il sistema sanitario. Grazie alla loro distribuzione e presenza sul territorio sono infatti di grande utilità per proseguire e superare la battaglia contro il Covid.>

 

Condividi la notizia...