Avviato il corso di formazione per operatori dei punti informativi antidiscriminazione della Rete regionale

Avviato il corso di formazione per operatori dei punti informativi antidiscriminazione della Rete regionale

10 Aprile 2022 Off Di Redazione
Condividi la notizia...

È iniziato all’Iti “Omar” di Novara, il corso di formazione per le nuove operatrici e operatori dei Punti informativi della Rete regionale contro le discriminazioni in Piemonte operanti sui territori provinciali di Novara, Biella e Vercelli.

Il corso è promosso dal Nodo contro le discriminazioni della Provincia di Novara, con il sostegno della Regione Piemonte, ed è organizzato da Enaip in collaborazione con Ires Piemonte.

<<L’iniziativa – spiega il consigliere delegato alle Pari opportunità della Provincia di Novara Annaclara Iodice – è articolato in nove lezioni, in parte in presenza e in parte a distanza, e si concluderà a fine maggio.

Sono trentasette le persone iscritte, operanti presso associazioni, scuole, Enti di formazione, Centri per l’impiego, sindacati, cooperative sociali, Enti locali, Enti gestori dei Servizi socio-assistenziali.

La formazione intende fornire le competenze di base per saper riconoscere le principali forme di discriminazione fondate su molteplici fattori, tra i quali la disabilità, il sesso, l’origine etnica, l’orientamento sessuale, al fine di prevenirle e contrastarle.

Questa attività si inserisce nel percorso di rafforzamento della Rete regionale contro le discriminazioni in Piemonte sui territori delle Province di Novara, Biella e Vercelli, in attuazione della Legge regionale 5/2016.

Grazie ai nuovi Punti informativi – conclude il consigliere – la Rete si avvicina ancor più alle persone a rischio di discriminazione favorendo la diffusione di informazioni corrette, la consapevolezza e l’emersione di situazioni discriminatorie che troppo spesso rimangono taciute>>.

Per maggiori informazioni sul Nodo contro le discriminazioni della Provincia di Novara e sulla Rete regionale contro le discriminazioni in Piemonte è possibile consultare il sito internet www.piemontecontrolediscriminazioni.it

Condividi la notizia...