Il coniglietto Chopin incontra i bimbi in ospedale

Il coniglietto Chopin incontra i bimbi in ospedale

14 Dicembre 2021 Off Di Redazione
Condividi la notizia...

L’Associazione Mimosa Amici del Day Hospital Oncologico di Borgomanero-ODV ha donato alla Pediatria (diretta dal dott. Oscar Nis Haitink) e alla Neuropsichiatria Infantile (diretta dalla dott.ssa Renata Brigatti) di Borgomanero dell’Asl Novara oltre 600 copie del del libro “Il coniglietto Chopin” scritto da Milena Simonotti (volontaria della Associazione) e illustrato da Stefania Pravato.

<Si dice che un bambino abituato a leggere diventerà un adulto più felice e libero. I benefici della lettura sin da piccoli sono infatti innumerevoli. La lettura permette di viaggiare in mondi lontani, a volte reali e a volte di fantasia, aiutando a superare momenti difficili come quelli che si possono vivere quando si è malati o ricoverati in Ospedale>spiega Incoronata Romaniello, Presidente dell’Associazione e Direttore della S.C. Oncologia dell’Asl Novara.

<L’obiettivo è di regalare ai piccoli pazienti il libro all’arrivo in reparto oppure in ambulatorio o all’accesso in Pronto Soccorso come momento di accoglienza e per rendere meno difficile l’accesso alle strutture sanitarie spesso vissute con ansia e paura dai più piccoli>prosegue.

<Vorremmo che il libro rappresentasse anche un momento di condivisione con e all’interno della famiglia, infatti, leggere ad alta voce ai bambini fin dalla più tenera età è una attività che fa bene in quanto migliora la relazione tra bambino e adulto permettendo uno sviluppo più precoce e una più veloce comprensione del linguaggio>.

Per questo motivo l’Associazione ha intenzione di donare altri 1.500 volumi alla Onco-ematologia Pediatrica di Torino e 1.000 volumi alla Pediatria dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità di Novara come segno tangibile della costante attenzione della Associazione nei confronti del proprio territorio e delle persone più fragili.

<Un grazie speciale va a tutti coloro che hanno sostenuto il nostro progetto permettendoci di arrivare alla stampa attraverso la Casa Editrice Interlinea di Novara> conclude Romaniello.

< E’ un’iniziativa che questa Azienda abbraccia con entusiasmo, la lettura è una chiave che apre i cassetti dei ricordi in noi adulti e libera la fantasia di grandi e piccini dichiara Angelo Penna, Direttore Generale Asl Novara .

<Può aiutare i bambini a prepararsi a ciò che potrebbero sperimentare, aiutandoli a comprendere meglio le situazioni che stanno vivendo e permette di acquisire capacità, di affrontare, gestire e riconoscere le emozioni> – prosegue Penna – <Quando i genitori leggono libri ai propri figli il loro legame diventa più profondo,, sintonizzandosi emotivamente l’uno con l’altro. Il mio ringraziamento va all’Associazione e a tutti coloro che hanno condiviso e sostenuto il progetto rendendo tangibile il concetto di solidarietà >.

Condividi la notizia...