Al via la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

Al via la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

20 Novembre 2021 Off Di Redazione
Condividi la notizia...

La tredicesima edizione si svolgerà dal 20 al 28 novembre 2021.

Tema centrale le Comunità circolari, la responsabilità condivisa e la collaborazione per evitare l’eccessiva produzione di rifiuti, una delle maggiori minacce per il pianeta.

“Oggi più che mai, i temi legati all’ambiente e alla transizione ecologica sono oggetto di dibattiti internazionali finalizzati a promuovere azioni virtuose a tutela di quello che ci circonda e del nostro stesso futuro.

Un segnale che deve partire da ciascuno di noi e, in modo particolare, dalle fasce dei più giovani”.

L’assessore all’Ambiente del Comune di Novara Teresa Armienti annuncia così il programma della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) che ha lobiettivo primario di sensibilizzare le istituzioni, i consumatori circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti  messe in  atto dall’Unione  Europea e che tutti gli Stati membri  devono perseguire.

“Il tema della Serr – aggiunge l’assessore all’Istruzione Giulia Negri – è stato condiviso con le istituzioni scolastiche e con gli alunni più piccoli (dalla materna alle medie) perché è proprio il mondo della scuola che per primo promuove le giovani generazioni a prendersi cura dell’ambiente, sensibilizzando sui temi che ne derivano, a partire dal riciclo di materiali di uso comune alla cura di orti e verde scolastico alle buone pratiche per la raccolta differenziata”.

Dal lavoro svolto nelle scuole, è derivato un manifesto che raccoglie le buone pratiche di 26 istituti della città che raccontano altrettanti gesti d’attenzione e rispetto per l’ambiente.

Il progetto è stato condiviso con il Consorzio di Bacino del Basso Novarese e con ASSA: il loro contributo ha consentito  di realizzare  il materiale  illustrativo e il dono di un libro ad ognuna delle scuole  che hanno partecipato alla SERR 2021.

Hanno collaborato anche il Centro per le famiglie del Comune di Novara e la Falegnameria “Fadabrav”.

Nell’ambito della Serr, Assa promuove due iniziative:

1) L’esposizione della statua ecologica tributo a Nini Udovicich

Dal 20 al 28 novembre, per tutta la durata della Settimana Europea Riduzione Rifiuti, sarà esposta nel cortile del Broletto la statua di Nini Udovicich, interamente costruita con legno e plastica riciclati e materiali da recupero.

Nata dalla sinergia tra Assa e l’artista novarese Cosimo Bertone, la statua coniuga in sé il messaggio innovativo di “economia circolare” con quello della tradizione e della novaresità di cui il grande Udovicich è simbolo indiscusso.

2) Evento di scambio

Un momento di “scambio” gratuito tra privati di oggetti ancora in buono stato e funzionanti.

L’appuntamento è previsto, in Via Sforzesca, sabato 27 novembre dalle 10 alle 17 e sono invitati a partecipare tutti i cittadini residenti a Novara.

Sono ammesse anche le associazioni benefiche che a fine giornata potranno ritirare eventuali oggetti materiali non oggetto di scambio per destinarli poi a persone disagiate dando un risvolto, anche, sociale all’iniziativa.

Sono ammessi allo scambio solo giochi, abiti (puliti e piegati), libri e fumetti, apparecchiature elettriche ed elettroniche di piccole e medie dimensioni come tablet, caricatori, frullatori e suppellettili di casa di piccole dimensioni (porta vasi, posacenere, statuine decorative…). Tutti materiali dovranno essere puliti, ordinati e funzionanti.

In Via Sforzesca, in uno spazio adiacente al centro di raccolta “Isola ecologica”, verranno allestiti i banchi di scambio per tipologia di prodotto, delle mini isole del riuso, dove ogni partecipante poserà il proprio bene e potrà prendere in cambio un altro oggetto.

Ogni partecipante potrà portare per lo scambio uno o più oggetti e portare a casa quello che più gli piace e gli serve.

Lo scopo dell’iniziativa è di promuovere nuovi comportamenti e nuove abitudini di consumo, incoraggiando sia il riutilizzo sia una maggiore consapevolezza ambientale.

Condividi la notizia...