Tari al 50% per gli esercizi di somministrazione e altre categorie commerciali

Tari al 50% per gli esercizi di somministrazione e altre categorie commerciali

12 Maggio 2021 Off Di Redazione
Condividi la notizia...

La Giunta comunale ha approvato la delibera relativa al “Contributo Tari 2″ per le utenze non domestiche particolarmente penalizzate dalle misure di contenimento dovute all’emergenza Covid 19.

“L’emergenza sanitaria – spiega l’assessore al Bilancio Silvana Moscatelli –  ha messo a dura prova alcune categorie fortemente colpite da chiusure e restrizioni.

Tra queste ci sono bar e ristoranti, ma anche tanti altri settori la cui attività è stata a volte pesantemente ridimensionata e altre addirittura sospesa per troppo tempo. Ecco perché abbiamo deciso di andare incontro a queste categorie attraverso l’abbattimento del 50% della Tari 2020 che verrà emesso tramite contributo.

Un modo per dare un po’ di ossigeno a queste attività che speriamo possano riprendere a pieno ritmo lo svolgimento della propria professione”.

Il contributo, relativo al 2020, è rivolto ad alberghi e hotel, residences, ambulanti non alimentari, gelaterie, bar tavolo tavola fredda, ristoranti, pizzerie, trattorie, pizza al taglio, centri sportivi e palestre.

“Nella delibera abbiamo previsto – continua Moscatelli – che anche coloro che abbiano debiti nei confronti del Comune possano ricevere il contributo previa attivazione delle misure di compensazione con il debito ”.

L’istanza di richiesta potrà essere effettuata esclusivamente in via telematica, accedendo alla propria area personale del portale Servizi online del Comune, a partire dal 1° giugno fino al 30 giugno 2021.

“In questo anno davvero difficile – conclude l’assessore Moscatelli – abbiamo cercato di mettere in campo tutte le misure possibili per esprimere la nostra totale vicinanza alle categorie economiche e per fare in modo che i Novaresi, in un momento storico di questo genere, non si sentissero mai soli.

Con l’auspicio che tutto questo possa finire a breve e che, insieme, si possa tornare alla nostra normalità”.

Condividi la notizia...