La Polizia Locale salva un bambino dall’incendio della casa

La Polizia Locale salva un bambino dall’incendio della casa

29 Aprile 2021 Off Di Redazione
Condividi la notizia...

Nel pomeriggio di oggi, gli agenti del Nucleo Radiomobile della Polizia Locale sono stati avvicinati da una donna di origini extracomunitarie che, in evidente stato di agitazione, ha riferito alla pattuglia che nella sua abitazione, in via Ponchielli, era scoppiato un incendio e all’interno era rimasto solo suo figlio, un bimbo di 5 anni.

La mamma si era momentaneamente allontanata per andare a prendere a scuola l’altro figlio, lasciando solo in casa il piccolo di 5 anni.

Subito gli agenti si sono recati sul posto accertando la presenza di odore di fumo nello stabile. Non sapendo esattamente quale fosse l’alloggio, gli operatori sono entrati nello stabile verificando, piano per piano, dove fosse il bambino.

L’incendio era divampato all’ultimo piano. I vigili hanno sfondato la porta e, dopo essere entrati nell’abitazione in fiamme, hanno subito cercato il bambino portandolo in salvo.

Hanno poi chiuso il gas e cercato di capire l’origine dell’incendio, notando che il frigorifero era andato in corto circuito. Fortunatamente, il bambino presentava solo sintomi da iniziale intossicazione da fumo.

Nel frattempo i Vigili del fuoco, allertati, hanno provveduto a spegnere l’incendio. 

“Un ringraziamento particolare va agli agenti Malinverni e Toscani che si sono mossi subito, con grande sensibilità e dedizione, dopo aver compreso nel giro di pochi istanti la gravità della situazione – dichiara l’assessore Luca Piantanida.

Non hanno esitato neanche un attimo e si sono subito addentrati nello stabile per salvare il bambino. Un agente si trova ancora in ospedale per una lieve intossicazione.

Come in altre occasioni, la Polizia Locale ha affrontato una situazione particolare arrivando a salvare la vita di un bambino. Un gesto davvero “eroico”…”.

Il bimbo è stato comunque trasportato all’ospedale per le cure e le verifiche del caso.

Immagine di repertorio in copertina

Condividi la notizia...